sabato 15 dicembre 2012

#6 domande ad Alan Judge. INTERVISTA ESCLUSIVA

ENGLISH VERSION: Click HERE!


Grazie ad Andy Black per la trascrizione dell'intervista.

#1Ciao Alan, grazie per il tempo concessoci. Siamo del Supporters Club Italian e sei uno dei giocatori più ammirati e rispettati. A tutti piace il tuo modo di giocare. Sei classe pur e il numero 10 ti calza a pennello. Proprio riguardo a questo, come mai tu e Bishop avete cambiato numero e cosa significa per te?

"Abbiamo cambiato numero, perché ce l'hanno detto alcune persone all'interno del Club. Ovviamente avevo il soprannome di Irish Messi e lui ha il numero 10. Avrei preferito tenere il numero 14, ma penso che Bishop fosse felice di prendere il 4. Lui ha già segnato molto quest'anno ed ha sempre segnato per il Club, quindi forse avrebbe potuto tenere il 10".


#2Al momento il Notts è al settimo posto, a soli 5 punti dalla prima in classifica. Qual è l'obiettivo di squadra per questa stagione? Sia in League One che in FA Cup. 

"In campionato sicuramente i play-off, quello penso sia l'obiettivo primario. Chiunque pensa che l'obiettivo sia più basso, dovrebbe essere messo fuori squadra. É quello che ha detto il mister, almeno i play-off.  Siamo a 5 punti dalla prima quindi tutto può succedere. Quindi dobbiamo continuare a lavorare duro e speriamo di farcela.
In FA Cup possiamo fare un buon percorso. Il Rotherham non è una squadra facile da battere, come abbiamo visto quando abbiamo giocato nel loro nuovo stadio. Quindi sarà una partita difficile Martedì, ma proveremo ad andare il più lontano possibile.
Avremmo l'Aldershot nel turno successivo, quindi sarebbe una buona occasione per proseguire ancora in coppa. Possiamo raggiungere il quarto turno. Non è mancanza di rispetto per l'Aldershot, ma ci possiamo arrivare. É sempre un percorso difficile, quindi sarà interessante".

#3 Quali sono i tuoi obiettivi personali per questa stagione? 

"Di andare in doppia cifra di goal, è questo il mio obiettivo personale. Perché sto facendo bene per quanto riguarda gli assist,  effettivamente sto facendo meglio della scorsa stagione in tutto.
Le mie statistiche sono buone,  
So my stats are looking good this season, quindi sono sulla strada giusta per segnare almeno 10 goal quest'anno".
Vorresti raggiungere la Nazionale?
"Certamente, chi non vorrebbe giocare per la propria Nazionale, ma onestamente non penso di essere il tipo di giocatore che vuole Trapattoni. Penso che siamo troppo in basso come campionato, ma, sperando che il Notts venga promosso, spero di poter essere convocato il prossimo anno. Aspettiamo e vediamo".

#4Chi era il tuo giocatore preferito quando eri piccolo? Qual è il giocatore da cui hai imparato di più?

"Paul Scholes, senza dubbio, è unico in tutto ciò che fa. Ho imparato anche a fare i contrasti come lui, è per questo che sono squalificato per la gara di domani (Notts County v Brentford del 15/12). Ma è eccezionale col pallone, ha padronanza. É il miglior giocatore che abbia mai visto".

#5Cosa ne pensi del soprannome 'Irish Messi'? Quante magliette 'Irish Messi' hai comprato?

"Ero un po' imbarazzato la prima volta che l'ho sentito perché non ero vicino a lui in niente, ma era un gioco, niente di più. Ma quando i miei famigliari l'hanno sentito, volevano comprare circa 20 magliette, quindi penso che ne abbiano ordinata una scatola intera dal Club Shop. Ma ho fatto in modo che non andassero oltre. Ero un po' imbarazzato nel vedere persone che giravano con quella maglietta. Non dovrei essere menzionato nella stessa frase con lui, è uno scherzo. Ovviamente è lusinghiero e prendo questo di buono, ma è un po' strano essere chiamato Irish Messi".

#6Sai che il Notts County ha tifosi in tutto il mondo? Come gli Italian Magpies, che sono venuti due volte a Nottingham e non vedono l'ora di tornare. Cosa pensi di ciò?

"É bello, penso sia una grande cosa. Il fatto che alla Juventus piacque il kit del Notts Countyt che gli abbiamo mandato e che adesso vestono il bianconero. Quando siamo andati a Torino lo scorso anno, è stata un'esperienza incredibile, sono stati così gentili ed ospitali. Fantastico. Lo stadio era incredibile. Era incredibile anche solo il pensiero di giocare nel loro nuovo stadio. Siamo stati i primi a giocarci. Pazzesco. E ovviamente giocare una partita di ritorno sarebbe incredibile per il Club. 
Tutti desiderano che accada!"

Si ringraziano Alan Judge, Andy Black e Dane Vincent.
Riproduzione concessa previa citazione della fonte.



LEGGI LE ALTRE INTERVISTE ESCLUSIVE DI IM:
Neal Bishop, 03/10/2012
Alan Judge, 14/12/2012
Ray Trew, 05/03/2013
Jamal Campbell-Ryce, 21/03/2013
Bartosz Bialkowski, 15/08/2013
Callum McGregor, 10/04/2014