giovedì 19 maggio 2016

Cosa aspettarsi ora?


Conclusasi la stagione, i tifosi bianconeri non possono far altro che domandarsi cosa ne sarà della loro squadra.
Non c'è però l'atmosfera elettrizzante di chi aspetta un nuovo campionato. Non c'è entusiasmo. La speranza di un buon campionato ha lasciato il posto alla totale disperazione, alla disillusione, alla certezza che anche il prossimo futuro sarà avaro di soddisfazioni.

Questo perché non ci sono basi solide da cui ripartire. Il Notts County è immerso fino al collo nelle sabbie mobili di una situazione davvero difficile.
Non c'è al momento una programmazione, non c'è quindi un futuro certo.

Il Club è stato messo in vendita, ma non ci sono proposte serie ad ora. Non 'è un manager, non c'è staff tecnico. Una dopo l'altra, le posizioni dirigenziali rimangono vacanti.

Addirittura non si ha idea della divisa della prossima stagione.
Il Notts è un Club piccolo, non ha un grosso introito dal merchandising. Probabilmente i due poli di acquisti principali (o forse gli unici) sono Nottingham e dintorni, Milano e Torino.
Parlando con i nostri amici d'Oltremanica, abbiamo scoperto che è chi gestisce il Club shop a fare gli ordini dei kit.
Certo, c'è una decisione presa con la dirigenza per quanto riguarda il design delle divise, il numero di ordini da fare, ecc.
Bene, questa decisione ad ora non è stata ancora presa.
Questo è un altro sintomo del male che affligge il Club. Se manca programmazione sulle piccole cose, che pensare sulla campagna trasferimenti?
Sarebbe già un bel segnale il non vedere gli oltre 50 giocatori arrivati al Meadow Lane tra prestiti, microprestiti, ecc.

Insomma, quello che vorremo vedere, prima ancora dei risultatiti, è la programmazione.
Quella sì che darebbe un po' di stabilità ad un Club ormai allo sbando.

Nessun commento: