venerdì 8 novembre 2013

Un regalo speciale: Juventus!

ENGLISH: click here
Ecco il racconto di James del suo viaggio a Torino per assistere alla gara tra Juventus e Genoa. Un regalo speciale per il suo diciottesimo compleanno da parte di sua mamma Debra.

Non sono una persona particolarmente festaiola, quindi non ero particolarmente interessato a festeggiare in modo speciale il mio diciottesimo compleanno. Per per quel che mi riguarda, pensavo che quello di Mercoledì 23 Ottobre sarebbe stato un semplice pasto in famiglia. Non sapevo che mia mamma avesse organizzato qualcosa di davvero speciale: un viaggio a Torino per vedere la Juventus affrontare il Genoa! Sono rimasto senza parole. Spesso avevo pensato di andare a trovare i nostri amici italiani, ma mai mi ero davvero informato su come organizzarmi.

Ho avuto un giorno per realizzare davvero cosa sarebbe successo. Venerdì mattina siamo partiti. Destinazione Torino. 
C'è stato un momento surreale quando, nell'aeroporto di Gatwick, ha attraversato il terminal un certo Edgar Davids, ora al Barnet.

Il giorno prima della gara, Sabato, abbiamo visitato lo Juventus Museum. É stato davvero interessante.  L'intera storia della Juventus è raccontata in modo molto dettagliato e c'è così tanto da vedere. C'è una sala, alla fine della visita, dove sei in mezzo ad un campo da calcio con 40,000 tifosi che cantano. Mi si sono drizzati i capelli per l'emozione. Ma è stato davvero un piccolo assaggio in confronto all'atmosfera che avremmo trovato il giorno seguente.

Abbiamo poi proseguito con il tour dello stadio, una bellissima esperienza. Siamo usciti dalla zona ospitality su un terrazzino da cui abbiamo potuto godere di una bellissima vista sull'intero stadio. Siamo poi scesi attraverso la press zone e il tunnel degli spogliatoi fino al campo. É stato incredibile. Dalla tv non si riesce ad apprezzare quanto lo stadio sia grande, è tutta un'altra storia quando sei praticamente sul terreno di gioco. Gli spalti sono così ripidi ed imponenti e posso solo immaginare cosa possa provare un giocatore in uno stadio del genere pieno di persone. Davvero sorprendente.
Siamo poi entrati nello spogliatoio della Juve, che è all'incirca grande come tutto il piano sotto il Meadow Lane! Ero già stato nello spogliatoio della mia squadra locale, Weymouth, ma è davvero piccolo. Quello della Juve è davvero di un altro pianeta.

Quella sera abbiamo mangiato la nostra prima vera pizza italiana. Probabilmente il miglior cibo possibile! 
Ho visto parecchie persone girare in città con la maglia della Juventus durante il weekend e mi è sembrato che moltissime persone non aspettassero altro che la partita della Domenica.
Alle 2 di notte, sono stato svegliato da un uomo che cantava i cori della Juventus. Il pre-partita inizia presto a Torino!

Domenica mattina abbiamo camminato in centro e di nuovo c'erano maglie della Juventus dappertutto. Siamo arrivato allo stadio a mezzogiorno e, anche più di due ore prima del calcio d'inizio, l'atmosfera era vivace. Non riuscivo a credere a quante persone fossero allo stadio così presto. Il nostro amico Roberto aveva i nostri biglietti, così lo abbiamo incontrato davanti allo Juventus Museum. Roberto, Stefano e Tommaso ci hanno accolti al grido di "You Pies", il che ci ha subito stampato un sorriso sulle labbra. Gli Italian Magpies si sono presentati con le loro maglie del Notts County per farci sentire ancora più a casa. In più Giorgio ha fatto per noi una versione italiana del the mag, il che è stato un bel gesto.

Abbiamo fatto qualche foto prima di dirigerci verso i rispettivi settori dello stadio.



I nostri posti erano tra i migliori dello stadio:


L'atmosfera era già elettrizzante quando i giocatori hanno fatto il loro ingresso per il riscaldamento. Sono stato quasi assordato dai fischi dello stadio quando i tifosi del Genoa hanno iniziato a cantare. I tifosi bianconeri li hanno decisamente surclassati.

Avvicinandosi il calcio d'inizio, con lo stadio pieno, si poteva sentire la passione dei tifosi mentre gridavano i nomi dei giocatori prima della partita e cantavano Juve Storia di Un Grande Amore, l'inno della Juve, una bella canzone che ci è rimasta in testa per tutta la settimana!

La partita in sé era eccezionale. É stato un onore e un privilegio veder giocare alcuni dei migliori giocatori al mondo, come Buffon, Pirlo, Vidal, Tevez e Asamoah. É stata una bella partita e ora posso capire perché si dice che il calcio è lo sport più bello del mondo. É stata una bella partita a cui assistere e non c'è da stupirsi se la Juventus ha vinto lo scudetto nelle ultime due stagioni. 
I bianconeri hanno preso il comando alla mezzora, quando Vidal ha realizzato un calcio di rigore. Poco dopo il raddoppio di Tevez che ha fatto impazzire tutti i tifosi. 

Ormai l'atmosfera era incredibile e sono rimasto sorpreso quando è arrivato l'intervallo: il primo tempo è passato davvero in fretta! Avrebbe potuto essere 3-0 all'inizio della ripresa, ma il portiere del Genoa ha effettuato uno strepitoso doppio intervento.
Sia i tifosi di casa che quelli ospiti hanno continuato a cantare, è stata la più bella atmosfera che abbia mai visto. Anche i tifosi del Genoa hanno continuato a cantare dopo il 2-0, una cosa che non accade spesso in Inghilterra. 
Una volta rientrato in albergo ho continuato a sorridere per la bella esperienza. A dirla tutta, ho mantenuto lo stesso sorriso per tutta la settimana successiva.

Non posso ringraziare abbastanza Roberto per averci procurato i biglietti per la partita, Andy Black per aver aiutato mia mamma ad organizzare tutto senza che io ne venissi a conoscenza e anche per averci dato tanti consigli su dove alloggiare e su come muoverci in città. Un enorme ringraziamento va agli Italian Magpies che abbiamo incontrato: persone davvero incantevoli che ci hanno fatto sentire i benvenuti, come parte della famiglia. Grazie!

Non vedo l'ora di incontrarvi nuovamente quando tornerete nel Regno Unito e torneremo sicuramente a Torino.
Notts County e Juventus, fratelli per sempre.