mercoledì 25 aprile 2012

Cesena - JUVENTUS 0-1


Cesena - JUVENTUS

25/04/2012


Stadio Dino Manuzzi, Cesena
0-1

(Borriello 78')



Formazioni Iniziali:


Cesena: Antonioli, Ceccarelli, Moras, Rodriguez, Benalouane, Djokovic, Colucci, Parolo, Santana, Del Nero, Rennella

A disposizione: Ravaglia, Comotto, Rossi, Guana, T. Arrigoni, Malonga, Lolli



Juventus: Buffon, Barzagli, Bonucci, Chiellini, Caceres, Vidal, Pirlo, Marchisio, De Ceglie, Matri, Vucinic
A disposizione: Storari, Lichtsteiner, Padoin, Marrone, Giaccherini, Borriello, Del Piero




7 vittorie nelle ultime 7 partite, 19 gol fatti e appena 1 subito. Questi sono i numeri della Juventus in quest'ultimo scorcio di stagione.
La squadra di Antonio Conte scende sul campo Dino Manuzzi di Cesena alla caccia dei tre punti. Non c'è altro risultato che possa andare bene al tecnico leccese.
Il Cesena dalla sua è invece già retrocesso in Serie B e non ha nulla da perdere, anzi gioca una buona gara, ordinata e puntata sulle ripartenze.
La Juventus si fa sorprendere dall'atteggiamento per nulla arrendevole dei padroni di casa e soffre per buona parte della gara: le conclusioni e le azioni pericolose vanno tutte ad impattare sulla muraglia difensiva costruita dal tecnico Beretta.
All'ottavo minuto l'occasione più ghiotta per la Juve. Dopo un'azione Marchisio-Vucinic, il montenegrino si allunga il pallone che va ad impattare la mano di Moras e Guida assegna un calcio di rigore. Penalty erroneamente assegnato dal giudice di gara: la mano e di conseguenza il pallone sono fuori area. É curioso come con tutti i rigori solari non concessi alla Juve ne siano stati assegnati due (su tre totali in campionato) quantomeno dubbi siano stati assegnati contro il Cesena. Come contro la Roma si presenta sul dischetto Andrea Pirlo e anche questa volta sbaglia il tiro dagli undici metri. Palo pieno e palla che schizza fuori area. 
La prima frazione scorre tra poche azioni degne di nota: appena un tiro di testa di Vucinic su calcio d'angolo e un tiro sempre di testa di De Ceglie imbeccato in area da Pirlo. 
La seconda metà di gioco sembra iniziare in un modo diverso, con una Juve più arrembante. Ma il risultato non cambia e al 24' Giaccherini prende il posto di Caceres e la formazione assume una fisionomia più votata all'attacco.
Passano solo cinque minuti e arriva un doppio cambio con Del Piero e Borriello che rilevano De Ceglie e Matri (ammonito, salterà la partita contro il Novara).
Una formazione sempre più offensiva per cercare tre punti fondamentali.
E le scelte del mister vengono premiate quando Vucinic riesce a servire Borriello che insacca alle spalle di un fin qui ottimo Antonioli. 6 minuti dopo il suo ingresso il numero 23 bianconero mette a segno la sua prima rete, importantissima. 
I restanti minuti scorrono con un po' d'ansia per i tifosi Juventini, ma alla fine arrivano i tre punti tanto desiderati.

La distanza dal Milan rimane di tre lunghezze con 4 partite da giocare: Novara, Lecce, Cagliari e Atalanta.
Il sogno, come lo chiama il mister, è alla portata, ma bisogna concentrarsi e migliorare le prestazioni.
Avanti tutta!

FORZA JUVE!!!






























foto: Juventus Member


Nessun commento: